giovedì 26 giugno 2014

Novità editoriale: LA GEOMETRIA DEL TEMPO di Daniela D'Alimonte (Edizioni Tabula fati)

Ogni libro di poesia, in questa luce, è certamente — si può dire — un dono di grazia e di bellezza che ha bisogno soltanto di essere assecondato nei suoi tempi e nei suoi ritmi, e che necessita di pazienza, di respiri lunghi, di inclinazione ad immergersi nei campi e nei dettati dell’immaginario lirico, in cui hanno voce l’individuo e l’assoluto, i frammenti del soggettivo e i gremiti giri dell’universale.
     E questo è lo specifico tratto di La geometria del tempo, il volume di Daniela D’Alimonte, calato nel tempo della storia quotidiana, del vissuto di creatura all’insidia dei frastuoni e delle smentite, e declinato, per altri versi, alle sortite dell’infinito, all’ascolto di quel “tutto” che fa profittevole e vantaggioso ogni pensiero e ogni struggimento.



Daniela D’Alimonte è nata a Roccamorice (PE) nel 1974. Nella vita svolge la professione di docente di Lettere, inoltre è giornalista pubblicista e lavora dal 2000 come collaboratore per la testata “Il Centro. Quotidiano d’Abruzzo”. Studiosa e appassionata della storia della lingua italiana e del dialetto, è autrice di volumi e saggi linguistici che riguardano in particolare la parlata abruzzese. È stata cultrice di “Dialettologia e Linguistica italiana” presso la Facoltà di Lettere dell’Università “G. D’Annunzio” di Chieti-Pescara e di “Linguistica e linguaggi settoriali” presso la Facoltà di Scienze Sociali della stessa Università.



Daniela D'Alimonte
LA GEOMETRIA DEL TEMPO
Presentazione di Vito Moretti
Edizioni Tabula fati
[ISBN-978-88-7475-377-2]
Pagg. 72 - € 8,00


martedì 24 giugno 2014

Presentazione: COLORE PRIMARIO di Daniele TOPPETA (Pescara, Sabato 28 giugno 2014, ore 18:30)

Sabato 28 giugno 2014, alle ore 18:30

presso la Libreria LIBERNAUTA
Via Teramo n. 27 di PESCARA

presentazione a cura del prof. Paride Solini

della silloge poetica di Daniele TOPPETA

COLORE PRIMARIO

(Edizioni Tabula fati)


con la partecipazione dell'Autore e dell'editore Marco Solfanelli 






Immagini, ricordi, periodi, offerti al lettore per mezzo di quella che Mimmo Locasciulli chiama “poesia umana”. Nell’apparente disordine in cui si alternano temi e atmosfere, appare forse inizialmente arduo trovare un filo conduttore, a meno che non si comprenda che la chiave di lettura è la profonda sensibilità dell’autore che, come tanti, si sente parte attiva nel mondo.
Egli, così, prova a condurre per mano il lettore attraverso i momenti di vita che lo hanno segnato e formato, nel passato come in tempi più vicini, e che continuano ad agire nel presente. Il poeta è un uomo che prova innanzitutto a “raccontarsi” nella dimensione sociale e politica come in quella affettiva, in quella quotidiana come in quella esistenziale, con particolare attenzione ai luoghi dell’infanzia e della maturità, alla sua gente, ai colori e alle contraddizioni di una terra di cui comunque si sente profondamente parte.


Daniele Toppeta
COLORE PRIMARIO
Presentazione di Mimmo Locasciulli
Edizioni Tabula fati
[ISBN-978-88-7475-363-5]
Pag. 56 - € 7,00


http://www.edizionitabulafati.it/coloreprimario.htm

lunedì 23 giugno 2014

Presentazione: LUDUS IN FABULA di Sandro de Nobile (LANCIANO, Venerdì 27 giugno, ore 21.00)

Venerdì 27 giugno alle ore 21.00

presso la Libreria D'OVIDIO
Corso trento e Trieste n. 44
LANCIANO


presentazione della raccolta di racconti di SANDRO DE NOBILE

LUDUS IN FABULA

(Edizioni Tabula fati)


Relatore Rolando D'Alonzo

Interverranno l'Autore e l'editore Marco Solfanelli








Sin dal titolo l’autore mette subito in chiaro che di un gioco si tratta, un ludus messo in piedi da lui stesso, disteso sulla fabula delle sue trame e rivolto al pubblico non senza ammiccamenti ed ambiguità.
Il lettore sarà dunque incalzato, sballottato, infine spiazzato da questa serie di undici racconti che variano tra i più diversi registri, giocando con la narrazione e le sue norme, sviluppando inediti e stranianti punti di vista, costruendo un universo paradossale e grottesco nel quale le sole stille di verità sembrano venire proprio dalla parola e dal suo valore.
Un valore amplificato dall’autore attraverso rimandi a miriadi di altri testi, tracce a volte esplicite, altre volte di più difficile lettura, sempre sparse sulla pagina con la consapevolezza che nulla di veramente nuovo si agita sul fronte della letteratura, se non la capacità della stessa di guardarsi allo specchio e di rileggersi.
Ma non soltanto di un viaggio nella narrazione, nello stile, nella lingua, si tratta; perché, guardando più a fondo, le tragicomiche storie raccontate dallo scrittore scavano nel ventre della contemporaneità, trovandovi infine la solitudine assurda, perché fondata sull’illusione della comunità nel “villaggio globale”, dell’uomo post-moderno, dominato da ansie e fobie che spesso lo ricacciano verso i limiti incerti della follia.


Sandro de Nobile
LUDUS IN FABULA
Presentazione di Rolando D'Alonzo
Edizioni Tabula fati
[ISBN-978-88-7475-375-8]
Pag. 104 - € 10,00

http://www.edizionitabulafati.it/ludusinfabula.htm

domenica 22 giugno 2014

Presentazione: IN QUALE MAI FOLGORE DI TEMPO di Giuseppe Martocchia (Pescara, Giovedì 26 giugno 2014, ore 18.00)


Giovedì 26 giugno 2014 alle ore 18.00


presso la Libreria LIBERNAUTA
Via Teramo n. 27
PESCARA


presentazione del nuovo romanzo di GIUSEPPE MARTOCCHIA

IN QUALE MAI FOLGORE DI TEMPO

Edizioni Tabula Fati


Relatore Giancarlo Giuliani


Saranno presenti l'Autore e l'editore Marco Solfanelli






Al colmo di una profonda crisi esistenziale e disgustato dal degrado del mondo che lo circonda, lo scrittore Eugenio Corradi decide di passare all’azione: ucciderà quanti più politici e uomini di governo potrà per bonificare, se così si può dire, politica e costumi.
Ben sapendo che è una follia e che non sarà risolutivo, comincia con l’omicidio di un deputato a Roma, per poi continuare in altre città, uccidendo personaggi di spicco proprio durante i funerali delle vittime precedenti.
Ma d’un tratto la sua determinazione trova un ostacolo: i suoi piani vengono disturbati dall’arrivo di una donna colombiana, la cui vicenda si intreccia indissolubilmente alla sua. La straniera è alla ricerca di un manoscritto scomparso, attribuito al filosofo Campanella, in cui si narra nel dettaglio dell’utopica Città del sole.
L’appeal esercitato dalla donna su Corradi è talmente forte da permetterle di attrarlo nella sua crociata.


Giuseppe Martocchia
IN QUALE MAI FOLGORE DI TEMPO
Edizioni Tabula fati
[ISBN-978-88-7475-361-1]
Pag. 304 - € 21,00

http://www.edizionitabulafati.it/inqualemaifolgore.htm

martedì 10 giugno 2014

Presentazione della silloge poetica A-MARE di Giorgia Bellitti (Pescara, venerdì 13 giugno, ore 18:30)

Venerdì 13 giugno 2014, ore 18:30

presso la 
Libreria FELTRINELLI
Via Milano - angolo Via Trento
PESCARA


presentazione della silloge poetica di Giorgia BELLITTI

A-MARE

(Edizioni Tabula fati)


a cura di Marco Tabellione e Marco Tornar


saranno presenti l'Autrice e l'editore Marco Solfanelli








Esiste un confine invalicabile nel possesso. /Nessuno può rivendicare la proprietà / può solo accettarla in dono.
Scrivere è leggere!
Scrivere è salire la scala dell’emozione, provando le vertigini elevate e sentendo la gravità che ti riacchiappa per i piedi e te li incolla a terra.
Limare, sfumare, spiegare, convincere, accettare, lottare, attendere, rivedere, decifrare, vivere, sono tutti sinonimi di scrivere; sono verbi apparentemente lontani dalla creatività, ma parte di essa, un mezzo affinché la tua arte si esprima.
La mia arte si chiama libertà!
La mia libertà più grande e preziosa si chiama Amore!
Nessuno amore può imprigionare o sottomettere, nessun amore può snaturare o plasmare, nessun amore lascia i lividi e nessun amore può uccidere.
Tante cose possono mimetizzarsi nell'amore e ingannarci soprattutto se siamo distratti.
Amiamo noi stessi più di quanto vorremmo essere amati.


Giorgia Bellitti
A-Mare
Presentazione di Giancarlo Giuliani
Illustrazioni di Giulia Ferrara
Edizioni Tabula fati
[ISBN-978-88-7475-356-7]
Pag. 64 - € 7,00

http://www.edizionitabulafati.it/amare.htm